Chi può Donare?

Requisiti

Al momento della donazione devono essere nella norma, cioè nei limiti previsti dalla legge, i seguenti requisiti:

Chi può donare?

  • Età compresa tra i 18 e i 60 anni (per candidarsi a diventare donatori di sangue intero). 65 anni è l'età massima per proseguire l'attività di donazione per i donatori periodici, con deroghe a giudizio del medico
  • Peso non inferiore a 50 Kg
  • Pulsazioni comprese tra 50-100 battiti/min (anche con frequenza inferiore per chi pratica allenamenti sportivi intensi)
  • Pressione arteriosa sistolica tra 110 e 180 ml di mercurio e diastolica tra 60 e 100 ml di mercurio
  • Buono stato di salute

Come si valuta l'idoneità?

Si effettua presso un servizio trasfusionale e consta di:

  • Accertamento dell'identità del candidato donatore e compilazione di un questionario
  • Colloquio con il medico e valutazione delle condizioni generali di salute
  • Acquisizione del consenso informato alla donazione

Criteri di esclusione

È necessario tenere presente di alcune condizioni che possono costituire esclusione, temporanea o permanente, dalla donazione di sangue.

Esclusione temporanea:

  • Trasfusione di emocomponenti o somministrazione di emoderivati (sieroterapia); spruzzo delle mucose con sangue; lesioni da ago; tagli con strumenti contaminati; esame endoscopico con strumenti flessibili (gastroscopia, colonscopia, artroscopia, laringoscopia, isteroscopia); trapianti di tessuti o cellule di origine umana; tatuaggi, body piercing, foratura delle orecchie; agopuntura (se non eseguita da professionisti qualificati con ago usa e getta); comportamenti sessuali a rischio di malattie infettive; intervento chirurgico maggiore (anestesia generale): 4 mesi
  • Intervento chirurgico minore (es. cisti, lipomi, ...): 1 mese
  • Cure odontoiatriche: a) 48 ore per detartrasi (pulizia dei denti); b) 1 settimana dalla completa guarigione per estrazione dentaria, devitalizzazione, implantologia
  • Gravidanza: a) 6 mesi dopo il parto; b) 6 mesi dopo aborto
  • Trapianti di cornea, sclera dura madre: non idoneo
  • Vaccinazioni: bcg, antivaiolo, antipolio (orale), antimorbillo, antiparotite, antirosolia, antifebbre gialla: 4 settimane
  • Vaccinazioni: epatite B, rabbia (profilassi), tetano, difterite, febbre tifoide paratifoide, colera, febbre delle montagne rocciose, influenza, poliomelite, peste: 48 ore se asintomatico
  • Mononucleosi: 6 mesi dalla completa guarigione
  • Toxoplasmosi: 6 mesi dalla completa guarigione
  • Brucellosi,osteomielite, febbre Q, tubercolosi: 2 anni dalla completa guarigione
  • Febbre reumatica: 2 anni dopo la cessazione dei sintomi in assenza di cardiopatia cronica
  • Febbre maggiore o uguale a 38°C: 2 settimane dopo la cessazione dei sintomi
  • Affezioni di tipo influenzale: 2 settimane dopo la cessazione dei sintomi
  • Herpes zoster (fuoco di S.Antonio): 3 mesi dalla guarigione
  • Fratture in atto: riammissione dopo completa guarigione

Altra condizione che prevede l'esclusione temporanea deriva dall'assunzione di determinati farmaci:

  • Eradicazione Helicobacter P.: sospeso 15 giorni dal termine della terapia
  • Antibiotico topico intestinale (es. Normix): 15 giorni dopo terapia
  • Eritropoietina: non idoneo
  • Calcieparina: 15 giorni, valutazione secondo patologia
  • ASA (aspirinetta): 5 giorni
  • Fans (Oki, Aulin, Brufen): 5 giorni
  • Antiemorragici (es. Tranex): se non occasionale, non idoneo
  • Antiaritmici: non idoneo
  • Immunoterapia per allergie: 72 ore

Esclusione permanente:

  • Malattie autoimmuni (esclusa malattia celiaca in trattamento dietetico adeguato)
  • Malattie cardiovascolari (donatori con affezioni cardiovascolari in atto o pregresse, ad eccezione di anomalie congenite completamente curate)
  • Malattie organiche del sistema nervoso centrale (antecedenti di gravi malattie organiche del SNC)
  • Neoplasie o malattie maligne (eccetto cancro in situ con guarigione completa)
  • Malattie emorragiche (candidati donatori con antecedenti di coagulopatia congenita o acquisita)
  • Crisi di svenimenti o convulsioni; affezioni gastrointestinali, epatiche, urogenitali, ematologiche, immunologiche, renali, metaboliche o respiratorie (candidati donatori con grave affezione attiva, cronica o recidivante)
  • Epatite B, epatite C, epatite infettiva ad eziologia indeterminata, sieropositività per HIV, sifilide, babesiosi, lebbra, kala azar (leishmaniosi viscerale)
  • Tripanosoma Cruzi (malattia di Chagas)
  • Malattia di Creutzfeldt-Jacob (candidati donatori che hanno soggiornato per più di 6 mesi cumulativi nel Regno Unito, dal 1980 al 1996; candidati che hanno ricevuto trasfusioni nel Regno Unito, dal 1980)
  • Assunzione di ormoni ipofisari di origine umana (ormone della crescita o gonadotropine)
  • Trapianto di cornea e/o dura madre
  • Instabilità mentale
  • Alcoolismo cronico
  • Riceventi di Xenotrapianti
  • Assunzione di sostanze farmacologiche non prescritte (sostanze farmacologiche per via intramuscolare o endovenosa, stupefacenti, steroidi od ormoni a scopo di culturismo)
  • Comportamento sessuale (candidati donatori il cui comportamento sessuale espone ad elevato rischio di contrarre gravi malattie infettive trasmissibili con il sangue)
LoginAccount
Torna su
Cookie Image